Pagine

venerdì 5 dicembre 2014

Ecco come far Leggere il proprio CV

Farsi Leggere: il primo passo verso il colloquio di lavoro.

Oggi parliamo di un argomento trito e ritrito del mondo del lavoro. Lo facciamo perché ha sempre una sua importanza visto che rimane lo strumento di ricerca di lavoro più usato. In questi momenti di crisi occorre prestarvi più attenzione.



A volte si dà la colpa alla sfortuna. A volte alla crisi. A volte alle aziende che non leggono.
Sono queste spesso le colpe che si danno quando si invia un CV e non si riceve un riscontro.
Sono cause valide ma forse è corretto rimboccarsi le maniche e agire sugli aspetti alla nostra portata. Migliorandoli dove si può.




Dedichiamoci alla parte più importante di un CV, quella letta al 100% da tutti, quella che deve stare in 1 posizione. La lettera di presentazione o cover letter in inglese.
Il 90% di chi scrive un CV si concentra sul CV classico (inteso come le pagine con le esperienze di lavoro, la conoscenza di lingue, del computer, gli studi, …). 
Si riempiono elenchi di esperienze, di corsi, di conoscenze. Quasi nessuno invece si concentra sulla parte più importante. La lettera di presentazione. A volte non viene neanche scritta e allegata.

E pensare che noi tutti selezionatori (anche noi lo siamo stati!) è la prima cosa che leggiamo e spesso usiamo per appuntare note o aspetti da discutere in sede di potenziale colloquio.

Ecco quindi 3 accorgimenti per impostare una buona lettera di presentazione.

1 Accorgimento
La prima cosa da fare è stampare l’annuncio di lavoro. Leggerlo bene e selezionare (con pennarello di colore diverso è meglio!) quelle parti in cui si parla:

  • del lavoro da fare
  • delle caratteristiche che deve avere la persona
  • altro (trasferte, mobilità, …)

Questo è quello su cui devi concentrarti fin da subito. Se hai tanti annunci “interessanti” stampali e fai questo lavoro per ciascuno. Quando avrai preso la mano sarà veloce. L’errore che spesso fanno tutti è inviare il CV trascurando l’annuncio o leggendolo sommariamente. Si fa poco lavoro certamente ma non si arriva lontano.

2 Accorgimento
Per ciascuno dei punti sottolinea le cose che sai fare o le caratteristiche in cui ti ritrovi. Qui casca l’asino. Non pensare di essere Superman. Non esagerare (es. parlo bene inglese quando poi ad un colloquio non aprirai bocca). Non inventare esperienze di lavoro che non hai solo perché altrimenti non puoi scrivere il CV.
Stai cercando un lavoro e quindi chi ti seleziona si accorgerebbe con poche domande se sai fare o meno una cosa. Quindi non sprecare tempo o energie per delle azioni che farebbero acqua subito alla prima verifica.
Allo stesso tempo non esagerare al contrario, non buttarti giù e non prendere alla lettera l’annuncio. Se hai esperienze di gestione di persone ma non in quel contesto, comunque è sempre un’esperienza simile e quindi da segnare.
Sii onesto con te stesso e sottolinea quello in cui veramente ti vedi.
Aggiungi anche a fianco le caratteristiche o le esperienze di lavoro che hai maturato e che non sono scritte.
Se hai diversi annunci, fai questo per ciascuno e alla fine troverai una lista in cui in cima metterai l’annuncio che ha più punti allineati a te. Ripetiamo, non cadere nella tentazione di rispondere a 20 annunci con lo stesso CV solo perché cosi fai veloce e puoi dedicarti ad altro.
Il consiglio è partire da questo annuncio e lasciare da parte gli altri in un secondo tempo. Questo per far si che riesci ad inviare subito la candidatura. A volte il fattore tempo è importante.

3 Accorgimento
Se i punti del miglior annuncio sono abbastanza allora vuol dire che potresti essere il candidato per la selezione per quella posizione.
Parti da questi punti e inizia a mettere in ordine le tue esperienze di lavoro evidenziando gli aspetti in linea con quelli sottolineati nell'annuncio. Inserisci i tratti personali in cui ti sei ritrovato con l’annuncio.
Scrivi la tua presentazione partendo da questi punti. Parti sempre da oggi.

Ecco un esempio di schema (non l’unico).
Gentili signori,
sono diplomato  in … e da 2 anni ricopro il ruolo di …. presso ….. Ho il compito di ……

Questa esperienza mi ha consentito di migliorare il mio spirito di lavoro in gruppo, ….

In precedenza ho maturato …

La candidatura per la posizione in oggetto potrebbe consentirmi di …


Fai stare tutto in un foglio. Sintetizza quanto fatto utilizzando i termini dell’annuncio ove servisse.
Metti sempre i tuoi contatti in alto. 
Ricorda l’autorizzazione alla privacy per i dati sensibili.
Adesso confronta la pagina con l’annuncio ed evidenzia in grassetto le parole che ritieni importanti. Non esagerare 5 o 6 termini sono sufficienti.
Se il lavoro è stato ben fatto, molte parole della lettera sono in linea con l’annuncio e viceversa.
Rileggi la lettera e verifica errori ortografici o di battitura.

Questo lavoro fatto la prima volta può sembrare pesante ed eccessivo, prima di mollare pensa sempre a:
- stai cercando lavoro presso un’azienda e vuoi essere assunto e remunerato
- altri concorrenti si stanno candidando e tu devi dare il massimo per essere selezionato



Nessun commento:

Posta un commento